Stampa questo articolo
 
Sul web per dire la nostra
 
 

Arriviamo tardi, ne siamo consapevoli. Ma sappiamo che gli amici fidati sanno aspettare. Sono esattamente 557 gli amici e amiche che ricevono questa nota. Tanti sono gli indirizzi di posta elettronica che siamo riusciti a recuperare nell'indirizzario dell'Associazione "I Popolari del Piemonte". Sono sicuramente pi¨ numerosi nella nostra regione coloro che fanno riferimento a una cultura politica, a una visione della vita, che ha percorso tutto il Novecento, innervata dal pensiero e dall'azione di Murri e Sturzo, De Gasperi e Dossetti, Moro e Donat-Cattin. E pensiamo che questa cultura abbia ancora molto da dire, anche se viviamo in un clima sociale e politico che ci Ŕ difficile comprendere. Ma questo Ŕ il tempo che ci Ŕ dato vivere. Questo Ŕ il tempo che ci sfida.
Per dire la nostra sbarchiamo sul web, con 557 potenziali lettori. Ma siamo certi che gli amici cresceranno di numero, di pari passo con i contenuti del nostro sito.
Tuttavia questo dipenderÓ anche da voi. Fino a ieri vi abbiamo raggiunto con "Rinascita popolare" un paio di volte l'anno: poco pi¨ di un cenno di sopravvivenza. Da oggi vi raggiungeremo ogni volta che come redazione avremo qualche iniziativa da segnalare o qualche riflessione da proporre.
Segnaleremo con una mail le novitÓ pubblicate sul sito (www.eurose.it/asspop) che diventerÓ il mezzo per tenerci in contatto e per fare circolare le idee.
Contiamo molto sulla vostra collaborazione: per trasmetterci nuovi indirizzi di amici/amiche che ritenete interessati a questa iniziativa e per contribuire al dibattito sui temi proposti.
Il primo passo Ŕ quello di registrarsi per poter accedere ai forum, inviare propri scritti di commento e segnalare iniziative.
E' ora di ripartire con la passione civile che ha sempre contraddistinto chi si richiama al popolarismo, ai valori del cattolicesimo democratico. Insieme faremo ancora tanta strada.

Guido Bodrato Presidente dell'Associazione "I Popolari del Piemonte" Alessandro Risso Direttore responsabile di "Rinascita popolare"