Direttore responsabile Alessandro Risso -  Autorizzazione Tribunale di Torino n.4651 del 4/3/1994   

EUROPA, MONDO

L’Anschluss di Putin


   Aldo Novellini     3 Ottobre 2022       1
Quello di Vladimir Putin, con le quattro regioni ucraine (Lugansk, Donetsk, Kherson e Zaporizhia) annesse alla Russia, è un colpo di mano simile all'Anschluss di Hitler nell'Austria del 1938. Con una differenza non da poco: allora l'arrivo tedesco a Vienna fu salutato dai mazzi di fiori di una folla plaudente, oggi l'ingresso russo nel Donbass avviene sotto i colpi di mortaio di un popolo che difende la propria libertà. E non basta certo un referendum farsa a cambiare la realtà delle cose. Quella di Putin è una mossa al tempo stesso arrogante, astuta ed ambigua. Arrogante, perché in totale spregio al diritto internazionale e all'autodeterminazione dei popoli (che un tempo l'Urss, a Cuba...
(continua a leggere)



EDITORIALI

Giorgia e i falliti della Seconda Repubblica


   Alessandro Risso     1 Ottobre 2022       2
Non è stato difficile azzeccare i pronostici sulle elezioni politiche del 25 settembre (CLICCA QUI). Nulla di miracoloso, nessun superpotere e quindi nessuna possibilità di vaticinare 6 numeri al Superenalotto avanzata da alcuni amici. Abbiamo semplicemente seguito il filo delle considerazioni che su questo sito si leggono da almeno una decina d’anni, e tratto sensate conclusioni dall’ennesima puntata della logora telenovela sulla fase terminale della cosiddetta Seconda Repubblica. Abbiamo così individuato correttamente ogni trend elettorale poi avveratosi nelle...
(continua a leggere)



TERZA REPUBBLICA

La rappresentanza alterata è sempre un problema


   Mario Turco Liveri     1 Ottobre 2022       0
Senza volere assumere una particolare posizione nei confronti di una formazione politica o di un’altra e rispettando il risultato elettorale ottenuto sulla base di una legge dello Stato, mi sia consentito di affermare che detta legge non garantisce un risultato rispondente ad una aspettativa di pura democrazia. Premetto anche che sono convinto, e non penso di essere il solo, che, a livello politico e filosofico un sistema elettorale non debba primariamente garantire la governabilità, che comunque è sempre affidata al buon senso degli eletti a prescindere da qualsiasi legge venga adottata, ma assicurare un voto democratico che rappresenti gli elettori, ossia la composizione numerica dei...
(continua a leggere)



TERZA REPUBBLICA

Dopo il trionfo, i problemi seri


   Politicainsieme     1 Ottobre 2022       0
Che Giorgia Meloni sia riuscita a confermare quello che i sondaggi ci dicevano da un pezzo, e cioè che Fratelli d’Italia sarebbe diventato il primo partito è l’unico dato certo assieme al previsto ridimensionamento del partito di Enrico Letta, adesso finalmente costretto a riflettere su una vocazione “maggioritaria”. Però, guardiamo ad altri fatti. Il partito della Meloni ha raccolto il 26% di un corpo elettorale che segna il minimo storico dell’affluenza: poco più del 63%. La matematica dunque vuole che la Meloni goda oggi del sostegno effettivo che va sotto il 20% e il centrodestra, grosso modo, attorno al 25. Altro che sentire dire: “siamo stati scelti dagli italiani! o...
(continua a leggere)



CENTROSINISTRA

Una sconfitta quasi cercata e la ripartenza possibile


   Giuseppe Davicino     29 Settembre 2022       1
L'esito delle elezioni italiane ha creato qualche preoccupazione nel mondo per una ragione oggettiva, le indelebili radici post fasciste del partito di maggioranza relativa. Una reazione che presto verrà superata dal pragmatismo degli affari e dal realismo delle diplomazie ma che reca comunque qualche imbarazzo agli italiani e ci ricorda, dopo ottant'anni, e per i prossimi secoli, chi siamo stati, un alleato della Germania nazista. La vittoria conseguita dalla coalizione di centrodestra lo scorso 25 settembre permetterà, forse, se il quadro finanziario e bellico non si aggraverà ulteriormente nelle prossime settimane, di evitare un nuovo governo di emergenza, disponendo il centrodestra...
(continua a leggere)



CENTROSINISTRA

Letta, il PD e il “peccato originale”


   Domenico Galbiati     29 Settembre 2022       1
Letta, annunciando di non volersi ricandidare alla segreteria del PD, ha compiuto un gesto necessario, che sta, cioè, nell’ordine delle cose dopo il risultato negativo del 25 settembre, ma soprattutto coraggioso e leale nei confronti del suo partito. Gesto con il quale fa ammenda, in un certo senso, anche di responsabilità che non gli sono addebitabili, almeno in modo esclusivo, in quanto temporalmente risalgono ben al di là della sua segreteria, essendo addirittura connesse all’idea stessa che potesse esistere un siffatto partito. Anche la sconfitta cui approda oggi il PD appartiene, in ultima analisi, all’ordine della “necessità”. Non è ascrivibile soltanto alla particolare...
(continua a leggere)



SOCIETA' E VALORI

Vince la destra


   Aldo Novellini     26 Settembre 2022       4
La destra ha vinto, Fratelli d'Italia diviene il primo partito del Paese e la sua leader, Giorgia Meloni, quasi certamente approderà a palazzo Chigi. Le cifre parlano chiaro: la coalizione di destra consegue il 44 per cento; il centro-sinistra il 26; in terza posizione il Movimento 5 Stelle con il 15 e a chiudere Azione-Italia viva che si avvicina all'otto. Netta la preponderanza di Fdi che, con il 26 per cento supera la somma degli altri tre soci. Un'alleanza che, pertanto, va chiamata di destra (senza dare a questo termine un'accezione negativa) e non di centro-destra in quanto la componente centrista tra Forza Italia e Noi moderati è alquanto ridotta. Sebbene alla resa dei conti, crediamo...
(continua a leggere)



EDITORIALI

Tra guerra e bollette, il gioco delle previsioni di voto


   Alessandro Risso     23 Settembre 2022       2
La situazione in Ucraina proietta ombre inquietanti su tutto il pianeta, ma molto più scure sull’Europa. L’uso delle armi nucleari da parte della Russia, nel momento in cui il conflitto dovesse volgere al peggio per Mosca, è un’opzione possibile. Soltanto papa Francesco continua a implorare le ragioni della pace, purtroppo solo e inascoltato. In Italia più della preoccupazione per l’escalation del conflitto, tra la gente l’argomento di ogni discussione è il rincaro delle bollette, che sta diventando un incubo per famiglie e imprese. Se scaldare casa lo scorso inverno era costato 1500 euro, la prospettiva per il prossimo supera i 5000. Senza contare la luce triplicata...
(continua a leggere)



SOCIETA' E VALORI

La scuola italiana sta scomparendo


   Tuttoscuola     23 Settembre 2022       0
Come i ghiacciai che si sciolgono sulle Alpi e sulle Dolomiti, come il Po che si restringe e perde affluenti, come il lago di Bracciano che come tanti altri bacini idrici si abbassa di livello, così anche le aule delle nostre scuole si vanno inesorabilmente svuotando, a un ritmo che va molto oltre la percezione comune. Gli studenti entrati in classe in questi giorni – poco più di 8 milioni secondo la proiezione di Tuttoscuola (8.016.288), tra scuola statale e paritaria – sono molti meno del passato. La progressione fa paura: in un anno abbiamo perso la popolazione scolastica delle province di Firenze e Grosseto (-147 mila alunni), in due anni più di quelle di Bari e Brindisi (-286 mila),...
(continua a leggere)





Fardelli d'Italia

 

Democristiani e no

     1 Ottobre 2022       0
 
Delle recenti elezioni, verrà ricordata la strana coppia Di Maio-Tabacci. Proprio lui, Bruno, democristiano di lungo corso, capace di sopravvivere con il suo Centro democratico senza essere fagocitato nel PD, espertissimo  [...]


 

Joe, Richy e altri yankees

     24 Maggio 2022       1
 
In 90 giorni di guerra, di cose orribili ne abbiamo viste tante. E abbiamo anche ascoltato scempiaggini da paura. L’oscar va di diritto a Lavrov, con la surreale “Hitler aveva sangue ebreo”, battendo di un’incollatura  [...]


 

Il candidato bipolare

     29 Dicembre 2021       0
 
Siamo tra quelli che sorridono pensando a Silvio Berlusconi possibile Presidente della Repubblica. Ridiamo per non piangere. Come è possibile pensare che un condannato a 4 anni per frode fiscale possa essere il successore  [...]


 

Renatino se la ride

     9 Dicembre 2021       0
 
Reggiano o no, il formaggio piace a tutti. Il tanto lacrimevole operaio caseario che 365 giorni all’anno lo lavora – ed è stato più volte specificato, in quella ormai famosa e tanto vituperata pubblicità – si sente  [...]


 

Resistenza da ciarlatani

     19 Ottobre 2021       0
 
“Resistenza” è una parola grossa. Va usata con rispetto, cautela e ponderazione. Evoca la testimonianza coraggiosa e il sacrificio – in molti casi estremo – di donne e uomini che hanno scelto la strada della coerenza  [...]









Ultimi commenti

  • Beppe mila
    L’Anschluss di Putin
    Non me ne voglia Aldo Novellini che ha scritto su questo sito tanti articoli interessanti, ma stavolta leggendo questo articolo ho dovuto controllare se mi trovavo sul sito di Rinascita o su quello d...

  • Gianfranco Guazzone
    Giorgia e i falliti della Seconda Repubblica
    Tutto molto giusto, lo condivido. Ma la possibile "soluzione" che esponi temo si scontri con un imbarbarimento collettivo che purtroppo si evidenzia nella vita di tutti i giorni. Etica, morale, senso...

  • Santo Bressani Doldi
    Giorgia e i falliti della Seconda Repubblica
    Egr. A. Risso, penso che anche le schede bianche, le annullate e l’astensione siano in realtà un voto che esprime come Lei dice il grado di discredito che hanno ormai raggi...


SEZIONI